Gli Esperti Rispondono 6 settembre 2016

Il medico non è colpevole se il paziente conosce i rischi e decide di procedere comunque alla prestazione

La responsabilità del professionista non sussiste quando il cattivo esito all’oggetto del contratto non va a buon fine per una responsabilità del paziente, lo precisa la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 17405 del 30 agosto 2016. In particolare il medico non è responsabile quando: La causa del danno non fu opera del medico ma […]

La responsabilità del professionista non sussiste quando il cattivo esito all’oggetto del contratto non va a buon fine per una responsabilità del paziente, lo precisa la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 17405 del 30 agosto 2016.

In particolare il medico non è responsabile quando:

  1. La causa del danno non fu opera del medico ma delle condizioni pregresse del paziente;
  2. Il medico, dopo aver correttamente informato il paziente anche sui possibili rischi dell’intervento, ha tenuto una condotta diligente.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...