Gli Esperti Rispondono 15 settembre 2015

Il mondo delle assicurazioni

La “disdettabilità” delle polizze di responsabilità professionale per sinistro

di Assicurazione

Sono un odontoiatra libero professionista con oltre venti anni di attività. Dopo vent’anni sono incappato nel primo incidentale professionale. Un mio cliente mi ha chiesto di essere risarcito per un “impianto” da me, a suo dire, installato in maniera scorretta. Ovviamente ho subito denunciato l’accaduto al mio Assicuratore con il quale ho in corso una polizza ormai, con numerose modifiche e aumenti di premio, da oltre dieci anni. Il mio Assicuratore, con inaspettata tempestività, mi ha disdetto la polizza. Preciso che la questione riguarda una richiesta di modeste dimensioni economiche.

In effetti il contratto di assicurazione, compreso quello della Responsabilità medica, è un contratto tra privati. Le regole sono preventivamente stabilite tra le parti e da esse accettate. Quindi, dal punto di vista formale nulla si può eccepire all’Assicuratore. Spesso tuttavia l’Assicuratore fa un uso inopportuno di tale facoltà, come mi sembra nel suo caso.
Tuttavia quando – speriamo presto – l’assicurazione della responsabilità medica obbligatoria avrà regole certe e precise allora avrà efficacia una norma circa la facoltà dell’assicuratore di disdettare le polizze a seguito di sinistro. Infatti la bozza del Decreto Presidenziale – che con ingiustificato ritardo ancora non vede la luce – prevede che la polizza potrà essere disdettata solo dopo la completa definizione di almeno due danni. E, con i ritmi del nostro sistema giudiziario, questa regola sembra garantire una durata a vita intera delle polizze.
Quindi non ci rimane che attendere ed anche sperare che gli Assicuratori, notoriamente abilissimi, non escogitino qualche contromossa a loro vantaggio!

Ennio Profeta – consulente SanitAssicura 

Articoli correlati
Osas, Tavalazzi: «Grazie alla tecnologia, oggi diagnosi e trattamento apnee del sonno in casa e senza ricovero»
Per i medici la sindrome delle apnee notturne è una patologia troppo sottovalutata. Lo specialista in malattie dell’apparato respiratorio: «Fondamentale la formazione dei medici di famiglia che sono l’anello di congiunzione con gli specialisti. Grazie alle nuove tecnologie oggi le diagnosi e i trattamenti sono più semplici da gestire»
Quando la compagnia cambia unilateralmente i termini della stipula
Sono un ortopedico libero professionista assicurato da molti anni per la mia responsabilità professionale con una grande compagnia di assicurazione con la quale ho stipulato anche tutte le mie altre polizze personali. Quest’anno la compagnia mi ha comunicato di non poter più rinnovare la polizza di responsabilità professionale alle medesime condizioni in corso dal 2005 […]
di Ennio Profeta - Consulente SanitAssicura
I danni coperti da una polizza di responsabilità professionale
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
La copertura assicurativa personale in uno studio strutturato
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
Il “fatto noto” antecedentemente alla stipula della polizza
Sono un ortopedico, dirigente sanitario del  SSN fino a qualche tempo fa in regime intramoenia. Ho deciso con l’inizio di quest’anno di passare all’attività extramoenia. Conseguentemente ho provveduto a modificare la mia polizza di responsabilità professionale, limitata al caso di danno erariale per colpa grave, adeguandola alla copertura estesa del libero professionista, pur conservando la […]
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Formazione

Test medicina: proteste davanti atenei. Ben 124 i posti in meno rispetto al 2016, arriva interrogazione parlamentare

Anche quest’anno al via i test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso. Ad aprire le danze Medicina e odontoiatria con 67mila domande d’iscrizione e 124 posti in meno rispetto al 2016. Intant...