Gli Esperti Rispondono 12 ottobre 2015

Il mondo delle assicurazioni

L’esclusione della garanzia della polizza relativamente ai “fatti noti”

di Assicurazione

Sono un medico chirurgo e presto la mia opera collaborando con alcune strutture sanitarie private specialmente nell’area della gastroenterologia. Ho in corso ormai da 5 anni una polizza di responsabilità civile professionale con una delle prime compagnie italiane. Di recente ho ricevuto una richiesta di risarcimento relativamente a presunti danni da me procurati ad un paziente a seguito di un intervento chirurgico alla cistifellea risalente addirittura ad 8 anni fa. Ho trasmesso, insieme alla copia della lettera di risarcimento, tutta la documentazione custodita da me e dalla clinica. Non avevo dubbi circa l’efficacia della mia polizza in quanto l’evento si collocava nel periodo  di “retroattività” di cinque anni previsto nel contratto. Invece ho ricevuto una brutta sorpresa. Dalla documentazione che ho trasmesso all’Assicuratore emergerebbe che io ero a conoscenza, precedentemente alla sottoscrizione della polizza, del fatto che poi ha generato la richiesta di risarcimento e che conseguentemente l’assicurazione non sarebbe operante. Mi spiega come stanno effettivamente le cose?

In via di principio la posizione dell’Assicuratore è corretta e sostenibile. L’assicurazione è, come dicono gli addetti ai lavori, un contratto a contenuto aleatorio; in sostanza esso si fonda sull’ “alea”, sull’incertezza di un accadimento futuro ( ovvero, nel caso dell’efficacia retroattiva, anche precedente). Se manca l’incertezza manca anche l’essenza sulla quale si fonda l’assicurazione. Questo in via di principio. Nella pratica poi è opportuno verificare se il profilo ed il grado della “notorietà” sia tale da qualificarlo capace di rendere non efficace la copertura assicurativa. In passato, ad esempio, è stato giudicato non sufficiente il ricevimento – e quindi la conoscenza – di una semplice lamentela del paziente per un disturbo post-operatorio. A tale fine le consiglio di verificare con un esperto la documentazione, ed eventualmente contestare all’Assicuratore la sua posizione. In generale suggerisco di fare “uno sforzo di memoria” e dichiarare nella proposta tutti i fatti che si ritiene siano rilevanti ai fini dei “fatti noti”. In questo modo si inizierà il rapporto in maniera chiara. L’assicuratore infatti ne prenderà atto decidendo quali escludere e quali assumere in copertura.

Ennio Profeta – consulente SanitAssicura 

Articoli correlati
Tassi Usurari, Corte d’Appello di Roma condanna banca. Clienti potranno chiedere risarcimento
Nuova sentenza di condanna verso una banca per tassi usurari. I giudici della Corte d’Appello di Roma hanno bocciato l’istanza presentata dalla difesa di un noto Istituto di Credito, confermando in sostanza la sentenza emessa in primo grado dal Tribunale Civile di Terracina. Il problema tra banca e i correntisti che hanno intentato la causa […]
I danni coperti da una polizza di responsabilità professionale
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
La copertura assicurativa personale in uno studio strutturato
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
Il “fatto noto” antecedentemente alla stipula della polizza
Sono un ortopedico, dirigente sanitario del  SSN fino a qualche tempo fa in regime intramoenia. Ho deciso con l’inizio di quest’anno di passare all’attività extramoenia. Conseguentemente ho provveduto a modificare la mia polizza di responsabilità professionale, limitata al caso di danno erariale per colpa grave, adeguandola alla copertura estesa del libero professionista, pur conservando la […]
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
Inefficacia della copertura per mancato pagamento del premio
Sono un odontoiatra ed ho in corso da anni una polizza per la mia responsabilità professionale con una primaria compagnia di assicurazione. La mia polizza scade il 31 dicembre di ogni anno, e quest’anno, di ritorno dopo due settimane di vacanza in concomitanza del capodanno ho trovato l’avviso di scadenza e di pagamento della rata. […]
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

INTERVISTA ESCLUSIVA: «Ecco come prevederemo il cancro con una semplice analisi del sangue»

L'intervista alla Professoressa Paterlini – Bréchot: «Il metodo ISET permette di riscontrare la presenza di cellule tumorali in chi ha avuto un tumore e chi è a rischio molto prima rispetto ai me...
Salute

Centrifugati, verdure e succhi di frutta “veri”. I consigli della pediatra per salvare i bambini dall’influenza con la natura

La dottoressa Ricottini, ai microfoni di Sanità Informazione, spiega quali sono i migliori rimedi naturali per combattere e prevenire i sintomi dell’influenza. E sui “dolori della crescita”…
Politica

Firmato contratto per gli statali. Dal 2018 aumenti e tutele sanitarie aggiuntive

Incassata la prima sigla per il rinnovo dei contratti della PA: per 250mila dipendenti sono in arrivo moltissime novità tra cui tutele sanitarie aggiuntive. Si tratta di un risultato storico perché...