Formazione 28 ottobre 2016

Un SMS per regalare “Accoglienza e Sorrisi”

Su RaiUno la missione di Emergenza Sorrisi in Burkina Faso. Abenavoli: «I medici ci sono, mancano materiali e mezzi per operare». Restituire un sorriso ai bambini affetti da malformazione facciale come il labbro leporino. Ecco la missione del professore Fabio Massimo Abenavoli presidente di Emergenza Sorrisi. Per aiutare i volontari fino al 30 ottobre è attiva la campagna “Accoglienza e Sorrisi” SMS solidali dal valore di 2 Euro al numero 45520

«Il nostro obiettivo: ridare il sorriso e la dignità alle famiglie e ai bambini che soffrono». Così esordisce il professione Fabio Massimo Abenavoli ai microfoni di Uno mattina, parlando del progetto Emergenza Sorrisi in Burkina Faso. Abenavoli, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Chirurgia Maxillo-Facciale, è fondatore e presidente di Emergenza Sorrisi, organizzazione non governativa che sta guidando la missione in Africa occidentale per fronteggiare l’emergenza labbro leporino e altre malattie invalidanti. «Ci rechiamo in paesi dove la sanità, peraltro molte volte a pagamento, non ha le risorse per operare, non ci sono medici né strutture. Quello che facciamo è andare a portare aiuto a chi ne ha bisogno ma soprattutto formiamo i medici locali per insegnare loro a fronteggiare queste emergenze».

La missione in Burkina è partita il 17 ottobre insieme alla formazione del personale sanitario locale, «un progetto molto bello – racconta Abenavoli – Grazie anche al supporto della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici e di Consulcesi Onlus. Il nostro fine è quello di creare in questi paesi in difficoltà una precisa organizzazione che rimanga operativa anche dopo la nostra partenza. I medici locali devono partecipare attivamente non solo durante la missione, ma devono continuare a seguire gli insegnamenti anche dopo».

«Servono solo 200 euro per operare un bambino – precisa Abenavoli – I nostri medici sono tutti volontari e infermieri che gratuitamente danno il loro supporto di altissima professionalità, quello che serve sono soprattutto i materiali e i mezzi per operare». Emergenza Sorrisi dal 2007 ha aiutato quasi 4mila bambini migliorando le loro condizioni di vita. Per sostenere il loro impegno è già attiva fino al 30 ottobre la campagna “Accoglienza e Sorrisi” durante la quale inviare sms solidali dal valore di 2 Euro al 45520 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3 e Tiscali; è possibile anche donare 2 o 5 Euro chiamando il 45520 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, Tiscali oppure 5 euro chiamando da rete fissa il 45520 per clienti Vodafone.

«Siamo anche in Kurdistan, in Iraq, in Benin e Togo – prosegue il professore -. Presto saremo anche in Siria, dove c’è una grossa necessità di medici ovviamente collegata a quella che è la situazione locale dove i bambini e non solo, sono in grave difficoltà. Quindi andremo a dare una mano anche in quei territori».

Per saperne di più leggi anche Labbro leporino, missione dei medici italiani in Burkina Faso: «Qui per regalare un sorriso ai bambini»

 

Articoli correlati
ECM, no all’assunzione e carriera bloccata per chi non si mette in regola
Tutti i chiarimenti: certificazione ECM requisito anche per impiego nel privato e in enti pubblici. Il triennio formativo sta per terminare e sono tanti i medici ancora in ritardo. Stella (OMCeO Varese): «Formazione a macchia di leopardo, solo il 40-43% dei medici ha completato appieno il proprio percorso». Orlandi (Chimici): «Aggiornarsi per la salute della collettività»
Emergenza Sorrisi in Siria, Abenavoli: «Formare i medici. Ci vuole grande volontà»
Prosegue la missione dei medici volontari di Emergenza Sorrisi. Il presidente Abenavoli: «Il nostro obiettivo primario è formare i medici locali per renderli autonomi nell’affrontare le emergenze. Da parte nostra occorre un forte spirito di partecipazione, ma anche un po’ di incoscienza»
Tutte deducibili le spese per ECM e Congressi. Ecco cosa cambia per i medici…
L'articolo 5 del Jobs Act modifica l'attuale regime di deducibilità di alcune spese inerenti alla formazione dei medici e di tutti i lavoratori autonomi. Il nuovo regime prevede l'integrale deduzione, entro un limite massimo annuale, delle spese per l'iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale
«I nostri giovani chirurghi scappano all’estero». SIC spiega perché e come evitare la “fuga”
Risorse, formazione, aggiornamento ECM le note dolenti. Ma le iniziative delle Società Scientifica e le partnership per gli under 35 possono finalmente segnare una svolta. Intervista al Segretario/Tesoriere di Sic, il dottor Luciano Landa.
Obbligo ECM per i camici bianchi. Ecco cosa rischia chi non è in regola…
Il 31 dicembre termina il triennio formativo. Chi non ha ottemperato agli obblighi di legge rischia l’inserimento in una blacklist, la cancellazione dall’elenco come già avvenuto ad alcuni medici competenti e l’esclusione dal Concorso Nazionale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Ecm

RITARDO ECM, scatta l’accertamento del Ministero: 3500 medici cancellati

Documento esclusivo di Sanità Informazione sui medici competenti: ecco la comunicazione ufficiale del Ministero della Salute a tutti gli OMCeO di Italia. «Va accertato il conseguimento dei crediti E...