Formazione 22 giugno 2016

«Un “TripAdvisor” della sanità per i pazienti. Così rendiamo trasparente la formazione dei medici»

È la proposta di Claudia Uccelli (Pazienti.it): «Medico adeguatamente formato è garanzia per i cittadini»

Formazione e trasparenza. È quel che i pazienti chiedono oggi ai medici. Una formazione continua vera, un aggiornamento costante alle ultime scoperte e innovazioni in campo sanitario. Ma anche una maggiore trasparenza da parte dei camici bianchi e dello Stato nel comunicare ai cittadini l’effettivo livello di formazione e aggiornamento raggiunto dagli operatori sanitari. Un medico pienamente formato è quel che chiede anche il portale Pazienti.it, punto di riferimento in Italia per quanto riguarda tutto ciò che interessa il mondo medico/sanitario visto dagli occhi dei cittadini. Sanità informazione ha parlato con Claudia Uccelli, CEO di Pazienti.it.


«I pazienti richiedono sempre più informazioni circa specialisti e professionisti sanitari, tant’ è che arrivano addirittura a chiedere il curriculum del medico che stanno cercando. Diventa dunque fondamentale riuscire a dare quante più informazioni possibili riguardo l’esperienza, il curriculum e la formazione dei professionisti sanitari».

Un medico adeguatamente formato e che è in regola con l’obbligo ECM è anche una garanzia in più proprio per i pazienti.

«Certamente, è una garanzia in più ed è un diritto di tutti i pazienti avere queste informazioni ben visibili e fruibili da qualsiasi tipo di dispositivo. Diventa secondo me una cosa fondamentale e tutti gli stakeholder digitali e non dovranno lavorare per andare incontro alle richieste dei pazienti».

Dalla FNOMCeO arriva una proposta concreta per una maggiore trasparenza: tutti i medici che sono in regola con l’accreditamento ECM potrebbero esporre i loro crediti in bacheca e negli studi e negli ambulatori. Questa trasparenza è una proposta che potreste appoggiare?

«Assolutamente sì, non solo l’appoggiamo, ma stiamo anche valutando di rendere disponibile dei sistemi di ranking dove al medico viene attribuito un punteggio sulla base della formazione fatta».

Ci può spiegare meglio come funzionerebbe questo ranking?

«Ormai i pazienti cercano sempre più spesso i feedback di altri pazienti sui medici. Quindi si hanno delle opinioni, delle recensioni e con il sistema di stelle da 1 a 5 il medico viene valutato sulla base degli aggiornamenti che fa».

Una sorta di Tripadvisor?

«Esatto, ma con informazioni certificate».

Articoli correlati
ECM, proroga in scadenza. Bovenga: «Premiare medici che investono in formazione»
Il Segretario FNOMCeO: «Sempre più frequenti le situazioni nelle quali i percorsi formativi dei professionisti vengono presi in considerazione nei procedimenti giudiziari ed addirittura nelle polizze assicurative. Non è questo l’aspetto che più mi appassiona, ma chi lo ignora rischia di venirne travolto»
ECM e medici del lavoro, cosa dice la normativa?
E’ il Decreto 81/2008 che fissa il limite minimo del 70% dell’obbligo formativo nella disciplina “Sicurezza nei luoghi di lavoro”. Pertanto, se ad esempio l’obbligo formativo standard è di 150 crediti nel triennio, il Decreto 81 impone ai medici del lavoro di conseguire almeno 105 crediti (pari al 70%) nella disciplina “Sicurezza nei luoghi di […]
Cos’è il dossier formativo?
Sempre sul sito COGEAPS (www.cogeaps.it ) ogni medico può volontariamente attivare il proprio Dossier Formativo, cioè dichiarare gli obiettivi formativi che si prefigge di raggiungere, che poi andrà riscontrato con gli eventi effettivamente frequentati. Al termine del periodo di osservazione, sarà quindi possibile verificare da un lato i fabbisogni formativi attesi e dall’altro la formazione effettivamente […]
Medici incaricati definitivi degli istituti penitenziari: può una norma regionale imporre il tetto massimo orario?
Una norma regionale non può imporre autoritativamente il tetto massimo orario in 48 ore settimanali ai medici incaricati definitivi degli istituti penitenziari perché viola l’art. 117 secondo comma, lettera l), della Costituzione e invade la materia riservata alla competenza esclusiva dello Stato. La Consulta, con la sentenza n. 121/2017, ha bocciato così l’articolo 21, comma […]
Macron e la sanità: ecco quello che cambierà in Francia
Macron è il nuovo presidente francese: ecco quello che cambierà per medici, ospedali e sanità. “Le Quotidien” riassume i principali cambiamenti promessi che riguardano la professione e il settore sanitario. Le scelte principali di politica sanitaria seguiranno per lo più la scia del quinquennio precedente, ma scaveranno anche diversi nuovi solchi. Innanzitutto Macron promette una […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...