Formazione 4 agosto 2015

Test di specializzazione: evitato il caos del 2014, ma restano le criticità

Non solo domande troppo “nozionistiche” ma anche alcune irregolarità. Il 6 agosto il verdetto

Immagine articolo

Non è filato proprio tutto liscio nella quattro giorni di test della scorsa settimana per l’accesso alle Scuole di specializzazione in Medicina.


I clamorosi errori tecnici che lo scorso anno caratterizzarono la prima edizione su base nazionale del Concorso non sono stati ripetuti, ma al termine di ogni giornata si sono registrate lamentale e critiche da parte degli aspiranti specializzandi. Dalle domande troppo nozionistiche – nonostante nel Regolamento del MIUR fossero prospettati quesiti più “clinici” – nella prova comune a tutte le discipline si è passati in sequenza  al sequestro di dispositivi per comunicare all’esterno, quindi all’espulsione dei candidati scorretti e addirittura all’arrivo dei carabinieri all’Università di Messina, dove un concorrente stava svolgendo la prova con microfono e auricolare.

Domande dubbie, dunque, ed  irregolarità di vario genere, legate anche alle discrepanze – tra le varie sedi in Italia – nelle misure di vigilanza, assegnazione delle postazioni e modalità applicate per evitare di copiare o comunicare. Secondo le maggiori associazioni di settore come il SIGM (Segretariato Italiano Giovani Medici) e il CNAS (Comitato Nazionale Aspiranti Specializzandi), la principale criticità del modello organizzativo deriverebbe infatti dalla parcellizzazione in un numero eccessivo di sedi e di aule, con il risultato di una variabilità strutturale che era facile prevedere sfociasse in situazioni patologiche. La soluzione? Per il futuro, l’utilizzo di un numero esiguo di sedi su base macro-regionale (nord, centro, sud), come peraltro già richiesto più volte dalle stesse associazioni.

In attesa delle graduatorie del 6 agosto, da ieri, sul sito dedicato scuole-specializzazione.miur.it, sono consultabili le domande e le risposte dei test che si sono svolti nelle giornate dal 28 al 31 luglio. Test che, in ogni caso, sanciranno l’esclusione di oltre 7mila candidati, visto che sono a disposizione poco più di 6mila borse a fronte di 13mila aspiranti specializzandi. Date le irregolarità registrate comincia ad aleggiare il fantasma dei ricorsi e, come già avvenuto nelle precedenti edizioni, c’è comunque chi, come Consulcesi, è già pronto eventualmente a sostenere i giovani camici bianchi nella loro battaglia.

Articoli correlati
Vaccini, Ministro della Salute: «Pronto il decreto per l’obbligo a scuola»
Testo di Legge in Consiglio dei Ministri. Lorenzin: «Finalmente si è compresa nella popolazione l'importanza della vaccinazione e che stare sotto la soglia vaccinale è un vero e proprio pericolo»
SMI: azione collettiva per equiparare Medicina Generale a scuole di specializzazione
Lo SMI – Sindacato dei Medici Italiani – inizierà un’azione collettiva per ottenere l’equiparazione del Corso di Formazione in Medicina Generale con i corsi per le altre specializzazioni. In Italia il corso in Medicina Generale è diverso rispetto ai corsi di specializzazione sia da un punto di vista fiscale che assicurativo: l’Avvocato Antonio Puliatti spiega […]
«Ex specializzandi, entro marzo il voto del DDL». Parla il primo firmatario: «Una garanzia per chi ha fatto ricorso»
Senatore Piero Aiello: «La conclusione è vicina, entro i primi di febbraio avremo tutti i pareri necessari per votare il provvedimento in Commissione. Intanto, nell'attesa di vedersi riconoscere questo diritto, i medici possono rivolgersi ai Tribunali per fare ricorso»
Tassi Usurari, Corte d’Appello di Roma condanna banca. Clienti potranno chiedere risarcimento
Nuova sentenza di condanna verso una banca per tassi usurari. I giudici della Corte d’Appello di Roma hanno bocciato l’istanza presentata dalla difesa di un noto Istituto di Credito, confermando in sostanza la sentenza emessa in primo grado dal Tribunale Civile di Terracina. Il problema tra banca e i correntisti che hanno intentato la causa […]
Test Medicina: allarme regolarità graduatoria, in arrivo valanghe di ricorsi
Nel giorno dell’uscita della graduatoria per l’accesso alle facoltà di Medicina non si placano le polemiche per le molte irregolarità riscontrate e denunciate dagli studenti nell’ambito delle prove. Tra domande annullate e violazioni dell’obbligo di segretezza, già annunciati migliaia di ricorsi. Spunta l’ipotesi risarcitoria per gli esclusi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...