Formazione 21 aprile 2015

Obbligo ECM: il caos crediti rafforza l’importanza della formazione

Dopo la sforbiciata ai medici competenti, Ministero ed istituzioni sanitarie cercano soluzioni ribadendo la necessità dell’aggiornamento professionale

Immagine articolo

L’aprile del 2015 sarà un mese che i medici italiani non dimenticheranno facilmente.

In migliaia hanno scoperto di essere stati depennati dall’Albo da parte del Ministero, rei di non aver ottemperato, tramite il necessario raggiungimento di crediti, all’obbligo di Educazione Continua in Medicina. Roberto Carlo Rossi, presidente dell’OMCeO di Milano, ha di recente spezzato una lancia in favore dei presunti inadempienti (nel caso specifico i medici competenti), facendo notare i “ritardi degli Uffici del Ministero della Salute nel ricevere e validare le autocertificazioni relative ai corsi di aggiornamento obbligatori, previste dalla legge per la conferma dell’iscrizione nell’apposito Elenco professionale” ed invoca, sul punto, l’intervento della FNOMCeO.

Ad ogni modo, il segnale che arriva dal Ministero della Salute è una chiara espressione della volontà istituzionale di ribadire – in forma di obbligo – un onere deontologico: la formazione, elemento imprescindibile per l’esercizio della professione medica. Elemento, peraltro, che assume un’importanza ancora maggiore quando si tratta di gestire le cosiddette malattie rare: quelle che affliggono un numero relativamente esiguo di pazienti, ma che proprio per questo sono ancora poco conosciute e studiate. Ne è un esempio la sindrome di Klinefelter, la forma più frequente di ipogonadismo ipergonadotropo, sulla quale proprio nei giorni scorsi è stato incentrato un seminario formativo presso La Sapienza di Roma, con l’obiettivo di implementarne la diagnosi precoce e migliorarne la gestione clinica.

Fondamentale, inoltre, che il percorso formativo si sviluppi secondo i più elevati standard qualitativi. Un obiettivo sempre più facile – e comodo – da raggiungere grazie alla Formazione A Distanza (FAD): lo strumento che permette al professionista di formarsi e di ottemperare all’obbligo ECM ovunque si trovino, tramite pc o Ipad.

Articoli correlati
Formazione Medicina Generale: accesso all’esame senza abilitazione. Ecco cosa cambia
Cambiano le regole per iscriversi ai corsi di Medicina Generale. È quanto previsto da un decreto firmato nei giorni scorsi dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a seguito di una sentenza del TAR del Lazio
Cos’è il dossier formativo?
Sempre sul sito COGEAPS (www.cogeaps.it ) ogni medico può volontariamente attivare il proprio Dossier Formativo, cioè dichiarare gli obiettivi formativi che si prefigge di raggiungere, che poi andrà riscontrato con gli eventi effettivamente frequentati. Al termine del periodo di osservazione, sarà quindi possibile verificare da un lato i fabbisogni formativi attesi e dall’altro la formazione effettivamente […]
Formazione, Bellomo (Univ. D’Annunzio Rieti): «Necessaria per medici e riabilitatori, ancora pochi in regola»
Ai microfoni di Sanità Informazione Rosa Bellomo, professoressa di Medicina Riabilitativa e membro del Comitato Scientifico del Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione: «Nuove conoscenze, invenzioni e scoperte cambiano costantemente la medicina. Impensabile fermarsi alla formazione universitaria»
Fake news in sanità: il corso FNOMCeO in occasione del Festival della Tv e dei nuovi media
Come nasce una notizia falsa? Come combattere bufale e fake news sulla salute e la sanità? Quale ruolo sono chiamati a svolgere i media ? Sono questi i temi di cui si discuterà sabato 6 maggio 2017 dalle ore 15.00 alle ore 18.00 durante il corso “Mitologia della salute e false argomentazioni: l’era delle bufale” […]
Quali riduzioni all’obbligo formativo sono previste per il triennio 2017/19 ?
I professionisti che nel precedente triennio (2014-2016) hanno compilato e soddisfatto il proprio dossier formativo individuale hanno diritto alla riduzione di 15 crediti dell’obbligo formativo nel presente triennio formativo (Determina della CNFC del 10 ottobre 2014). I professionisti sanitari che nel precedente triennio (2014-2016) hanno acquisito un numero di crediti compreso tra 121 e 150 […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...