Formazione 19 ottobre 2016

La formazione ECM “arruola” anche le star del cinema. Il film “Scacco pazzo” e Alessandro Haber per il corso sulla malattia mentale

Un grande nome, come quello di Alessandro Haber, ed un film per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla schizofrenia, una malattia mentale tra le più complesse e diffuse. Il film si affianca al corso ECM “la schizofrenia ed i disturbi psicotici” del provider ECM 2506 Sanità In-formazione

La Formazione ECM sta cambiando. Negli ultimi anni si è registrata una netta crescita del numero di medici che preferiscono effettuare il proprio aggiornamento professionale tramite la Formazione a Distanza, sfruttando al meglio le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie. Tra le innovazioni più importanti degli ultimi anni ci sono senza dubbio i Film Formazione: una metodologia formativa coinvolgente e di facile fruizione che conta già diversi titoli che uniscono gli approfondimenti scientifici alla tensione drammaturgica. I film già realizzati come “e-bola”, “Like a Butterfly”, “No Limits”, “Pollicino”, “Cardiopathos”, e quelli in preparazione, sono interpretati da attori di rilievo italiano e internazionale, da Nicolas Vaporidis a Ed Asner (vincitore di 5 Golden Globe) e trattano dei temi sanitari più attuali: dalle malattie infettive al carcinoma polmonare, dalle disabilità motorie all’Alzheimer, dal primo soccorso cardiaco alla psicosi vaccini. Oltre a recitare nei film, gli attori protagonisti espongono le “pillole formative”: materiale didattico accreditato dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e curato dai principali esperti e università italiane.

L’ultimo Film Formazione in ordine di tempo è “Scacco pazzo”, cortometraggio che vede come protagonista Alessandro Haber e che ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della schizofrenia. Al film si affianca il corso ECM FAD “La schizofrenia e i disturbi psicotici”, accreditato dal provider Sanità in-Formazione leader nella formazione medicale e fruibile gratuitamente sulla piattaforma Consulcesi Club.

Il film con la regia e l’interpretazione di Haber, punta i riflettori su un disturbo mentale tra i più complessi, che affligge tra le 300 e le 600mila persone in Italia, di cui solo 212mila hanno ricevuto una diagnosi e appena il 17,6% è stato sottoposto a terapia. In pratica due casi su tre non vengono diagnosticati e meno di due malati su dieci ricevono cure. La fotografia, scattata dal Centre for Economic and International Studies dell’Università Tor Vergata di Roma insieme al Cnr, ha inoltre evidenziato il costo delle diagnosi tardive dei casi di schizofrenia sul Servizio sanitario nazionale, pari al 2,3% dell’intera spesa sanitaria del Paese.

“Scacco pazzo” attraverso il grande schermo, pone l’accento sul disturbo schizofrenico raccontando la storia di due fratelli, di cui uno vive il dramma del disturbo psichico.  Al termine del film Alessandro Haber espone le “pillole formative”, approfondimenti scientifici sui disturbi psicotici. «Il cinema arricchisce la mente e il cuore, può contribuire alla conoscenza e, perché no, al progresso della medicina – dichiara Alessandro Haber –. È più diretto della letteratura che va letta, seguita, e può diventare pesante; con le immagini, le storie e le fantasia è più facile recepire i concetti. Questo progetto unisce la gradevolezza di un film alla trattazione di una tematica di rilievo».

«Con “Scacco pazzo”, adattamento cinematografico di un fortunato copione teatrale, arricchiamo la nostra offerta, affrontando con il consueto rigore scientifico una patologia a volte trascurata come la schizofrenia – dichiara Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group –. Siamo anche molto orgogliosi della collaborazione con un grande autore e attore come Alessandro Haber che apporta valore aggiunto al corso e tramite gli approfondimenti teorici e pratici accompagna il medico lungo il percorso formativo, dall’excursus degli approcci medici intervenuti nei secoli alla presentazione dei principali interventi terapeutici».

Sanità in-Formazione è il miglior provider ECM per la Formazione a Distanza. È quanto stabilito dall’ Annuario della formazione in Sanità, la più autorevole guida italiana in questo ambito che raccoglie oltre 4mila aziende che operano nell’ambito dell’aggiornamento ECM. A sancire il successo della piattaforma hanno contribuito non solo la vastità dell’offerta formativa, ma anche la varietà e la qualità dei corsi proposti. “Scacco pazzo”, insieme agli altri Film Formazione, ai corsi di specializzazione, ai corsi medici interattivi e ai video-corsi di lingua accreditati dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, è disponibile sulla piattaforma Consulcesi Club all’indirizzo www.corsi-ecm-fad.it ed è fruibile gratuitamente per 9 mesi (2 anni per i medici under 35). Per informazioni e per tutti gli altri servizi è possibile contattare il numero verde 800.122.777 o consultare il sito www.consulcesi.it.

Articoli correlati
AIOP Giovani, Michele Nicchio è il nuovo Presidente: «Tecnologie e formazione per vincere la sfida della sanità del futuro»
Succede a Lorenzo Miraglia. Guiderà l’associazione fino al 2021. «Vogliamo cambiare la cultura sanitaria in Italia, far capire che non è un costo ma un investimento per l’economia, per le nostre imprese ma soprattutto per il benessere dei pazienti e dei cittadini italiani», ha detto ai microfoni di Sanità Informazione
Responsabilità professionale e formazione ECM: medici non aggiornati a rischio nei contenziosi (e pagano assicurazioni più salate)
La Legge Gelli sulla responsabilità medico-sanitaria ha compiuto il suo primo anno di vita e, in attesa degli ultimi decreti attuativi che ne chiuderanno definitivamente il perimetro, l’aggiornamento professionale è lo snodo centrale della normativa
Simeu, XI Congresso nazionale. Le sfide del futuro, la Presidente Ruggieri: «Fermare aggressioni e aumentare posti scuole di specializzazione»
«Nei Pronto Soccorso italiani, oltre alle emergenze sanitarie, tutto il personale è chiamato a gestire altre due grandi sfide: le aggressioni ai danni dei sanitari e il sovraffollamento. Preoccupante la riduzione dei posti nelle scuole di specializzazione». È questo lo scenario delineato da Maria Pia Ruggieri, Presidente e Responsabile Scientifico del Congresso Nazionale Simeu, all’apertura dei lavori della XI edizione
di Isabella Faggiano
Maxi simulazione in esterna a Lampedusa: 130 medici italiani si formano sull’emergenza sanitaria
È in corso la II edizione del SIAARTI Academy CREM (Critical Emergency Medicine), evento formativo innovativo della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva rivolto ai medici in formazione provenienti dalle 39 scuole di specializzazione in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore. Fino al 26 maggio Lampedusa sarà teatro naturale dell’evento SIAARTI […]
Come cambia il ruolo del paziente? Recchia (GSK Italia): «Da soggetto passivo ad attore, sarà fondamentale per la ricerca sul farmaco»
Il Direttore Medico e Scientifico dell’azienda farmaceutica spiega cosa si intende per “paziente esperto” e in che modo questa figura rivoluzionerà il mondo della ricerca farmacologica grazie alla formazione e al coinvolgimento diretto nella ricerca
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi 1993-2006: «Riconosciuto diritto ad incremento triennale»

L’avvocato Marco Tortorella, uno dei massimi esperti della materia, spiega cosa cambia con le ultime sentenze del Tribunale di Roma: «La rivalutazione era prevista dalla normativa ma non era mai st...
Lavoro

Comparto sanità, sottoscritto in via definitiva il contratto. Sindacati soddisfatti, ma Nursing Up non firma

Se Sergio Venturi (Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) si dice contento del risultato e Serena Sorrentino (Segreteria generale Fp Cgil) è già al lavoro per il CCNL 2019/2021, Antonio...
Lavoro

Ex specializzandi, si riapre tutto: «La prescrizione non è mai scattata»

Il parere: «Senza normative e sentenze chiare e univoche, la prescrizione ad oggi non è decorsa». Consulcesi: «Pronta nuova azione collettiva»