Formazione 19 ottobre 2016

La formazione ECM “arruola” anche le star del cinema. Il film “Scacco pazzo” e Alessandro Haber per il corso sulla malattia mentale

Un grande nome, come quello di Alessandro Haber, ed un film per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla schizofrenia, una malattia mentale tra le più complesse e diffuse. Il film si affianca al corso ECM “la schizofrenia ed i disturbi psicotici” del provider ECM 2506 Sanità In-formazione

La Formazione ECM sta cambiando. Negli ultimi anni si è registrata una netta crescita del numero di medici che preferiscono effettuare il proprio aggiornamento professionale tramite la Formazione a Distanza, sfruttando al meglio le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie. Tra le innovazioni più importanti degli ultimi anni ci sono senza dubbio i Film Formazione: una metodologia formativa coinvolgente e di facile fruizione che conta già diversi titoli che uniscono gli approfondimenti scientifici alla tensione drammaturgica. I film già realizzati come “e-bola”, “Like a Butterfly”, “No Limits”, “Pollicino”, “Cardiopathos”, e quelli in preparazione, sono interpretati da attori di rilievo italiano e internazionale, da Nicolas Vaporidis a Ed Asner (vincitore di 5 Golden Globe) e trattano dei temi sanitari più attuali: dalle malattie infettive al carcinoma polmonare, dalle disabilità motorie all’Alzheimer, dal primo soccorso cardiaco alla psicosi vaccini. Oltre a recitare nei film, gli attori protagonisti espongono le “pillole formative”: materiale didattico accreditato dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e curato dai principali esperti e università italiane.

L’ultimo Film Formazione in ordine di tempo è “Scacco pazzo”, cortometraggio che vede come protagonista Alessandro Haber e che ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della schizofrenia. Al film si affianca il corso ECM FAD “La schizofrenia e i disturbi psicotici”, accreditato dal provider Sanità in-Formazione leader nella formazione medicale e fruibile gratuitamente sulla piattaforma Consulcesi Club.

Il film con la regia e l’interpretazione di Haber, punta i riflettori su un disturbo mentale tra i più complessi, che affligge tra le 300 e le 600mila persone in Italia, di cui solo 212mila hanno ricevuto una diagnosi e appena il 17,6% è stato sottoposto a terapia. In pratica due casi su tre non vengono diagnosticati e meno di due malati su dieci ricevono cure. La fotografia, scattata dal Centre for Economic and International Studies dell’Università Tor Vergata di Roma insieme al Cnr, ha inoltre evidenziato il costo delle diagnosi tardive dei casi di schizofrenia sul Servizio sanitario nazionale, pari al 2,3% dell’intera spesa sanitaria del Paese.

“Scacco pazzo” attraverso il grande schermo, pone l’accento sul disturbo schizofrenico raccontando la storia di due fratelli, di cui uno vive il dramma del disturbo psichico.  Al termine del film Alessandro Haber espone le “pillole formative”, approfondimenti scientifici sui disturbi psicotici. «Il cinema arricchisce la mente e il cuore, può contribuire alla conoscenza e, perché no, al progresso della medicina – dichiara Alessandro Haber –. È più diretto della letteratura che va letta, seguita, e può diventare pesante; con le immagini, le storie e le fantasia è più facile recepire i concetti. Questo progetto unisce la gradevolezza di un film alla trattazione di una tematica di rilievo».

«Con “Scacco pazzo”, adattamento cinematografico di un fortunato copione teatrale, arricchiamo la nostra offerta, affrontando con il consueto rigore scientifico una patologia a volte trascurata come la schizofrenia – dichiara Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi Group –. Siamo anche molto orgogliosi della collaborazione con un grande autore e attore come Alessandro Haber che apporta valore aggiunto al corso e tramite gli approfondimenti teorici e pratici accompagna il medico lungo il percorso formativo, dall’excursus degli approcci medici intervenuti nei secoli alla presentazione dei principali interventi terapeutici».

Sanità in-Formazione è il miglior provider ECM per la Formazione a Distanza. È quanto stabilito dall’ Annuario della formazione in Sanità, la più autorevole guida italiana in questo ambito che raccoglie oltre 4mila aziende che operano nell’ambito dell’aggiornamento ECM. A sancire il successo della piattaforma hanno contribuito non solo la vastità dell’offerta formativa, ma anche la varietà e la qualità dei corsi proposti. “Scacco pazzo”, insieme agli altri Film Formazione, ai corsi di specializzazione, ai corsi medici interattivi e ai video-corsi di lingua accreditati dal provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, è disponibile sulla piattaforma Consulcesi Club all’indirizzo www.corsi-ecm-fad.it ed è fruibile gratuitamente per 9 mesi (2 anni per i medici under 35). Per informazioni e per tutti gli altri servizi è possibile contattare il numero verde 800.122.777 o consultare il sito www.consulcesi.it.

Articoli correlati
ECM, cosa cambia dal 2017. Bovenga: «Ecco dossier formativo e bonus per i virtuosi»
Il 31 dicembre scade il triennio formativo, tante le novità in programma. Il presidente del CoGeAPS: «Superati i numeri di un tempo ma si può ancora migliorare. Per i più bravi possibilità di riduzioni e bonus»
ECM, no all’assunzione e carriera bloccata per chi non si mette in regola
Tutti i chiarimenti: certificazione ECM requisito anche per impiego nel privato e in enti pubblici. Il triennio formativo sta per terminare e sono tanti i medici ancora in ritardo. Stella (OMCeO Varese): «Formazione a macchia di leopardo, solo il 40-43% dei medici ha completato appieno il proprio percorso». Orlandi (Chimici): «Aggiornarsi per la salute della collettività»
Emergenza Sorrisi in Siria, Abenavoli: «Formare i medici. Ci vuole grande volontà»
Prosegue la missione dei medici volontari di Emergenza Sorrisi. Il presidente Abenavoli: «Il nostro obiettivo primario è formare i medici locali per renderli autonomi nell’affrontare le emergenze. Da parte nostra occorre un forte spirito di partecipazione, ma anche un po’ di incoscienza»
Tutte deducibili le spese per ECM e Congressi. Ecco cosa cambia per i medici…
L'articolo 5 del Jobs Act modifica l'attuale regime di deducibilità di alcune spese inerenti alla formazione dei medici e di tutti i lavoratori autonomi. Il nuovo regime prevede l'integrale deduzione, entro un limite massimo annuale, delle spese per l'iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale
«I nostri giovani chirurghi scappano all’estero». SIC spiega perché e come evitare la “fuga”
Risorse, formazione, aggiornamento ECM le note dolenti. Ma le iniziative delle Società Scientifica e le partnership per gli under 35 possono finalmente segnare una svolta. Intervista al Segretario/Tesoriere di Sic, il dottor Luciano Landa.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Ecm

RITARDO ECM, scatta l’accertamento del Ministero: 3500 medici cancellati

Documento esclusivo di Sanità Informazione sui medici competenti: ecco la comunicazione ufficiale del Ministero della Salute a tutti gli OMCeO di Italia. «Va accertato il conseguimento dei crediti E...