Formazione 11 maggio 2016

Come funzionerà la “laurea abilitante”. Sinergia Miur, FNOMCeO e Università

L’obiettivo comune è tagliare i tempi morti (circa una anno) tra la laurea e l’accesso alla formazione specialistica. Buonauro (SIGM): «Un primo passo per scrollarci di dosso un triste primato»

Tagliare i tempi morti e riuscire ad accedere alle scuole di specializzazione non appena laureati. O, almeno, poterci provare. Sono questi gli obiettivi portati al primo tavolo tecnico sulla laurea abilitante in Medicina presso il Ministero dell’Istruzione, rilanciato nei giorni scorsi dalla FNOMCeO e dal Consiglio Universitario Nazionale (CUN).

L’idea della laurea abilitante trova un sostanziale accordo, almeno nell’impostazione di partenza, tra i partecipanti al tavolo. Un segnale importante di comunione di intenti nel far sì che le lungaggini non necessarie, in un percorso formativo già lungo di per sé, vengano meno.
«Sicuramente togliendo i 6 – 11 mesi che in media intercorrono tra laurea e abilitazione si farebbe un primo passo per scrollarci di dosso un triste primato, cioè che in Italia si inizia la specializzazione molto più tardi che negli altri Paesi». E’ il commento di Agostino Buonauro, vicepresidente SIGM, l’associazione dei giovani medici che già da tempo si era fatta portavoce di questa istanza: «Già in passato la nostra associazione ha sostenuto con forza il fatto che non ci debbano essere queste perdite di tempo tra la laurea e l’abilitazione ma è possibile accorciare i tempi rendendo la laurea abilitante, inserendo nel percorso formativo del corso di laurea i tirocini. Siamo contenti – continua il vicepresidente SIGM – che sia stata finalmente avviata questa procedura. Bisogna capire che il corso di laurea in Medicina è già abbastanza lungo (6 anni) e più che aggiungere altro tempo vanno potenziati gli ultimi tre anni per la formazione e per il tirocinio».

E sarebbe proprio il ricomprendere il tirocinio professionalizzante nel secondo semestre dell’ultimo anno di corso la chiave di volta per la realizzazione della proposta. «L’esame di laurea e quello abilitante potrebbero svolgersi addirittura nell’arco della stessa giornata o comunque a brevissima distanza tra loro, come peraltro già accade per altre professioni sanitarie» suggerisce Luigi Conte, segretario nazionale FNOMCeO, che in un’intervista alSole 24 Ore aggiunge: «Basterebbe un decreto ministeriale per facilitare a migliaia di giovani medici la vita e l’accesso al lavoro».

Per la prova abilitante la FNOMCeO propone l’adozione di nuovi strumenti valutativi, come un progress test per la prova scritta e la presentazione e discussione di casi clinici seguiti durante il tirocinio, ed una modifica della Commissione d’esame, con un organismo terzo di valutazione in cui ai quattro professionisti designati dall’Ordine dei medici e ai quattro nominati dalla facoltà di Medicina se ne affianchino uno indicato dal ministero della Salute e due scelti dall’assessorato alla Salute tra professionisti esperti presenti sul territorio di competenza della singola università. Il presidente della commissione per gli esami di Stato entrerebbe a far parte della Commissione di esami di laurea.
E per la tempistica? Sempre FNOMCeO propone  «una prima sessione di esame con l’adempimento del tirocinio trimestrale di valutazione nei mesi di luglio, settembre e ottobre; poi a seguire, il progress test il 10 novembre, l’esame di laurea il 20 novembre e l’esame per l’accesso alle scuole di specializzazione ai primi di dicembre di ogni anno. Chi non supera il tirocinio valutativo lo ripete in gennaio, febbraio e marzo; chi invece supera il tirocinio ma non il progress test, ripete quest’ultimo in aprile e, in caso di esito positivo, accede all’esame di laurea in maggio».

Articoli correlati
Gastroenterologia, ecco la videocapsula ingeribile. Diagnosi più accurata a costi ridotti
La capsula endoscopica è oggi la soluzione diagnostica più moderna, sicura e tecnologicamente avanzata disponibile per la visualizzazione dell’apparato digerente e in particolare del piccolo intestino (composto da duodeno, digiuno e ileo). Ciononostante, a sedici anni dal suo ingresso in Italia e dopo un’importante evoluzione tecnologica, risulta ancora sottoutilizzata: circa 7.500 casi l’anno contro i […]
Alzheimer, MSD interrompe lo studio sul verubecestat
Ancora un fallimento nella ricerca dei farmaci per il trattamento dell’Alzheimer. Di pochi giorni fa, infatti, è la notizia della sconfitta del programma del candidato BI 409306 di Boehringer Ingelheim. Ed ora, la MSD, azienda farmaceutica leader nel settore della salute consociata italiana di Merck & Co., ha annunciato di voler interrompere lo studio APECS di Fase 3 su verubecestat, […]
CCNL Sanità, Bonazzi FSI-USAE : «Ѐ una questione di giustizia professionale, chi ha competenze va valorizzato»
La contrattazione in Aran per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro della sanità pubblica si è svolta con l’esame delle proposte relative alla costituzione dei fondi e di un primo articolato per le varie indennità. Documenti che si sono subito rivelati insoddisfacenti per la F.S.I.-U.S.A.E. (Federazione Sindacati Indipendenti e Unione Sindacati Autonomi Europei) ed altre organizzazioni […]
Milano, via libera alla costruzione del nuovo Ospedale Galeazzi in area Expo
È stato presentato oggi da Paolo Rotelli, Presidente del Gruppo ospedaliero San Donato, alla presenza dell’AD dell’IRCCS Galeazzi, Elena Bottinelli, e dell’AD di Arexpo, Giuseppe Bonomi, il progetto del nuovo Ospedale Galeazzi che sorgerà nell’area che nel 2015 ospitò l’Esposizione Universale. Occuperà un’area di 50.000 mq e sarà un ospedale del futuro: universitario, di ricerca e insegnamento, […]
Bronco pneumopatia cronica ostruttiva: nasce il manifesto per gestire la malattia
La Bpco (Bronco pneumopatia cronica ostruttiva) è una patologia respiratoria cronica ed è la quarta causa di morte in Italia. Chi è affetto da questa malattia presenta un’ostruzione delle vie aeree che rende mano a mano sempre più difficile la respirazione, ma può essere trattata e curata, sopratutto se la diagnosi viene fatta in modo tempestivo. Per questo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici specializzandi, storica sentenza della Corte UE: «Risarcimenti triplicati e non scatta la prescrizione»

Simona Gori, (Direttore Generale Consulcesi): «Dopo 20 anni la Corte Ue conferma quanto abbiamo sempre sostenuto. Ora si apre una nuova giurisprudenza che i Tribunali dovranno recepire in tutti i gra...
Lavoro

Pensioni, tutte le soluzioni per aumentare l’importo con aliquota e riscatto: le scadenze al 31 gennaio

Versando una quota contributiva aggiuntiva, una volta in pensione si percepirà un importo maggiore. Ma oltre all’aliquota modulare, riservata ad alcune categorie, l’Enpam offre altri utili strume...
Lavoro

Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…

Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». ...