Formazione 12 ottobre 2017

Formazione medicina generale, Lopes (FIMMG Giovani): «Vigileremo sulle novità»

Senza ricambio generazionale, il sistema sanitario nazionale collasserà. Noemi Lopes, Segretario Nazionale di FIMMG Formazione: «Le parole del Segretario Scotti e del Ministro Lorenzin ci danno speranza»

Nel 2027 andranno in pensione più di 35mila medici di famiglia. Oltre 5mila studi medici dovranno quindi chiudere i battenti, lasciando senza assistenza territoriale più di 15 milioni di cittadini. A meno che non si cambi rotta, favorendo il ricambio generazionale e investendo nella formazione dei giovani medici.

Sebbene le proiezioni siano disastrose, come le ha definite Noemi Lopes, Segretario Nazionale di FIMMG Formazione (Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale), sono sempre meno i posti offerti ai neolaureati che intendono iscriversi ai corsi di formazione in medicina generale. «Sono già diversi anni che come FIMMG, e soprattutto come FIMMG Giovani, denunciamo questa situazione – commenta la Lopes -. E abbiamo alzato la voce ancora di più quest’anno, perché le proiezioni per quel che riguarda il fabbisogno e il ricambio generazionale nella medicina generale sono veramente disastrose».

Sono state dunque molto apprezzate dai giovani medici le relazioni del Segretario nazionale Silvestro Scotti e del Ministro Lorenzin in occasione del Congresso nazionale FIMMG, che hanno puntato i riflettori sul problema sottolineando la necessità di trovare una soluzione. «Le parole del Segretario e del Ministro ci fanno sperare, perché indicano che si crede tantissimo nella formazione, nel futuro, e noi sicuramente metteremo in atto, insieme a loro, tutto quello che potrà essere fatto per garantire la sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale», prosegue il Segretario Lopes.

«Alla fine di settembre abbiamo già organizzato una manifestazione con Anaao giovani, per chiedere quanto più possibile l’aumento delle borse ed evitare che alcune di queste vengano perse. Stiamo aspettando che queste risposte arrivino, speriamo il prima possibile, ma noi siamo sempre lì pronti a vigilare», conclude.

Articoli correlati
MMG in formazione: «Voglio essere il medico di tutti, ma manca un Erasmus in camice bianco»
Dai motivi che li hanno spinti verso questa strada alle prospettive future, Francesca Tomei, Rocco Santarone e Marco Lombardi raccontano a Sanità Informazione cosa significa essere un medico in formazione specifica in medicina generale. E non risparmiano critiche ad un corso che potrebbe migliorare sotto diversi punti di vista…
«Noi medici di famiglia, in formazione svantaggiati rispetto agli specializzandi». Parla Noemi Lopes (Fimmg)
«Positivo il nuovo Acn. Nonostante le disparità economiche e previdenziali i giovani continuano ad avvicinarsi a questa professione anche grazie alle iniziative del sindacato», sottolinea il Segretario nazionale Fimmg Formazione. Che poi aggiunge: «Fare il medico di famiglia è una vocazione, non ci fermiamo alle prime difficoltà»
Fimmg Lombardia, Gabriella Levato è il nuovo Segretario generale regionale
Gabriella Levato, 53 anni, medico di famiglia a Cologno Monzese, guiderà la squadra della federazione dei medici di famiglia lombardi. È questo il risultato della votazione tenutasi ieri a Varese in cui è stato eletto Angelo Rossi (Segretario della FIMMG di Brescia) come Vice Segretario vicario, Guido Marinoni di Bergamo e Claudio Rovescala di Pavia rispettivamente come […]
Presa in carico cronicità: i sistemi innovativi di Iniziativa Medica Lombarda, la più grande cooperativa di MMG
È la cooperativa di medici di famiglia più grande d’Italia. Riunisce 700 camici bianchi che hanno in carico oltre un milione di cittadini lombardi. Un terzo dei quali è affetto da patologie croniche. Si chiama Iniziativa Medica Lombarda (IML) e sabato 7 aprile inaugura la sua nuova sede centrale con un innovativo Centro Servizi per la presa […]
Retribuzione, Irpef, contributi e assicurazione: ecco quanto perdono gli MMG in formazione. E scattano i ricorsi
La mappa delle disparità di trattamento che gli MMG subiscono da 25 anni nella specializzazione. Scattata un'azione legale collettiva per ottenere rimborsi fino a 150mila euro
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Contratto medici, Quici (CIMO): «Aran ci propone copia e incolla del comparto sanità. Ma noi non firmeremo testi peggiorativi»

Il Presidente del sindacato si dice ‘arrabbiato’ per l’andamento delle trattative sul rinnovo contrattuale. E spiega: «Lo Stato ha incluso le risorse nel Fondo sanitario nazionale mentre le reg...