Formazione 19 dicembre 2016

ECM, per Natale la formazione diventa social e sbarca su facebook

Un modo originale e divertente per sdrammatizzare una delle tematiche più attuali e sentite dal mondo medico. Tre clip per conoscere tutti i servizi forniti per la professione sanitaria e il tempo libero. Consulcesi Group: «Da sempre a fianco dei medici, con i social strizziamo l’occhio anche ai più giovani»

Tre clip divertenti, realizzate dall’agenzia Docta Comunicazione, sono il volto scanzonato con cui Consulcesi Group, realtà leader da oltre 20 anni nella tutela dei camici bianchi, vuole presentarsi alla comunità di Facebook. Il messaggio si rivolge ai medici, soprattutto ai professionisti più giovani e affronta, con una sottile vena ironica, un argomento di grande attualità, particolarmente sentito dal settore: la formazione continua obbligatoria. Stando ai più recenti dati forniti da uno studio dell’Osservatorio Internazionale della Sanità (OIS) sull’educazione obbligatoria delle professioni sanitarie, meno della metà dei medici (per la precisione, il 47%, che scende al 37,9% nel caso degli under 45) è in regola con l’aggiornamento.

Il protagonista dei tre sketch è per l’appunto un medico che ha sottovalutato l’importanza della formazione e si rende conto della gravità della sua condotta solo in prossimità del Natale. Infatti, intento a festeggiare le feste con la sua famiglia, in un clima che ricorda il racconto di “Christmas Carol” di Charles Dickens, il medico inadempiente riceve una visita dal ‘fantasma ECM’ che gli ricorda il dovere di aggiornarsi per ottemperare agli obblighi della sua professione. La soluzione per cacciare il fantasma? È contenuta in uno dei pacchi che la moglie, insieme ai tre figli, ha regalato al marito. Dopo una cravatta e un maglione, il medico scarta un regalo in cui trova tutta l’offerta di Consulcesi Club, contenente servizi ormai diventati indispensabili per organizzare al meglio la vita lavorativa e il tempo libero del professionista sanitario.

«Si tratta – spiegano da Consulcesi Group – di una tappa molto importante del nostro percorso di avvicinamento i giovani, quella fascia di professionisti che più delle altre risulta, al momento, estremamente penalizzata sotto diversi punti di vista: dal numero chiuso per l’accesso alle Facoltà di Medicina e Chirurgia al test di ingresso per le scuole di specializzazione, dal blocco del turnover fino alle situazioni di precariato diffuso. Sono tanti i problemi che i medici del futuro devono affrontare e noi vogliamo essere al loro fianco, così come lo siamo stati e continuiamo a farlo con i loro colleghi più “anziani”. I social, e in particolare Facebook, sono il principale canale di intrattenimento usato dai giovani. È lì che si informano, parlano tra loro, prendono decisioni. Poter entrare in contatto con loro anche su una piattaforma come questa rappresenta un’attenzione nei loro confronti che abbiamo già manifestato di recente grazie all’accordo stretto con le principali Associazioni, Enti, OMCeO e Sindacati Medici italiani, con il quale abbiamo garantito due anni di formazione e servizi gratuiti a tutti i medici Under 35 iscritti».

Gli iscritti al Club hanno infatti accesso ai corsi di aggiornamento per adempiere all’obbligo formativo (ormai in scadenza) e conseguire tutti i 150 crediti ECM obbligatori tramite la più ricca piattaforma per la FAD (Formazione a Distanza) del web, con oltre 100 corsi suddivisi in cinque collane tematiche (Legale, Sicurezza, Manageriale, Medicina ed Informatica) e con la novità assoluta dei “Film Formazione”; un servizio di consulenza assicurativa gratuito attraverso il partner SanitAssicura; lo scudo legale completo, in collaborazione con DAS, per essere sempre protetto a lavoro. Possono inoltre usufruire dei vantaggi assicurati dal Piano Sanitario integrativo “Salute Doc” e dall’innovativa App MyDott (che migliora il dialogo tra medico e paziente attraverso un’applicazione per smartphone e tablet completamente personalizzabile), e da tante altre convenzioni esclusive per il tempo libero e non solo. Per ulteriori informazioni sui servizi forniti dal Club e su come iscriversi, è possibile contattare oltre mille consulenti dedicati che rispondono al numero verde 800.122.777 e sul sito internet www.consulcesi.it.

Articoli correlati
Scuole di specializzazione, aumentano i contratti: per il prossimo anno accademico sono 6934. Martedì la prova nazionale
Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti ha firmato il decreto. Rispetto allo scorso anno, previsti 259 posti in più, ma per la FNOMCeO sono ancora troppo pochi e non distribuiti in modo uniforme sul territorio nazionale: «Di questo passo le Regioni più in difficoltà offriranno sempre minori servizi alla popolazione. È necessaria una gara di solidarietà tra Regioni»
Leoni (FNOMCeO): «La più grande sfida del 2018 per gli ospedali? Pianificare le ferie dei medici»
Il Vicepresidente FNOMCeO e Presidente dell’OMCeO di Venezia avverte: «Se non si aumentano le borse di studio per specializzazioni e corsi MMG assisteremo ad un peggioramento del SSN, e anche con una certa velocità»
L’Emilia-Romagna finanzia 100 contratti per gli specializzandi, il doppio rispetto allo scorso anno
Più medici specialisti in Emilia-Romagna, grazie alle risorse stanziate dalla Regione. Raddoppiano quest’anno i contratti di formazione per i medici specializzandi finanziati interamente da fondi regionali, che passano dai 52 del 2017 ai 100 del 2018: il numero più alto in Italia. Contratti che si aggiungono a quelli finanziati dal ministero, incrementati anch’essi: da 619 […]
Simpef, il sindacato medici pediatri di famiglia cresce al sud
Si è concluso nel weekend il Consiglio nazionale Simpef (Sindacato medici pediatri di famiglia), il secondo più importante sindacato italiano dei pediatri di libera scelta, che ha deciso di convocare nella prossima primavera un congresso elettivo anticipato per meglio rispecchiare i nuovi equilibri interni dell’organizzazione. «Simpef è nato nel 2010 in Lombardia e si è […]
Vaccini, Giulia Grillo: «Aumento coperture grazie all’obbligo? No, bisogna investire nella formazione»
Il ministro della Salute, insieme a quello dell'Istruzione Marco Bussetti, ha illustrato questa mattina al Dicastero la circolare che, di fatto, depotenzia l’obbligo vaccinale: niente certificazioni della Asl da consegnare entro il 10 luglio. E annuncia la sua gravidanza: «Mio figlio sarà vaccinato come tutti»
di Cesare Buquicchio e Viviana Franzellitti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Dal corso MMG a Montecitorio, la storia di Rosa Menga (M5S): «Noi medici di famiglia portavoce dei pazienti in Parlamento»

È uno dei più giovani parlamentari della XVIII Legislatura e frequenta il corso di formazione in medicina generale: «Serve una visione meno ospedalocentrica dell’assistenza sanitaria. Telemedina ...
Diritto

Consenso informato, l’avvocato Pittella: «Per medico meno responsabilità civile o penale»

«I giudici in caso di contenzioso chiedono al paziente se è stato correttamente informato. Ma come si fa a saperlo? Un video, un audio, un consenso scritto in presenza dei testimoni? Questo è quell...
Formazione

Numero chiuso, 800 posti in più a Medicina. Gaudio (Sapienza): «Necessari per far fronte a carenza medici»

Saranno 9779 gli aspiranti camici bianchi che potranno immatricolarsi in autunno. Comunicate anche le date dei test: si inizia il 4 settembre con Medicina e Odontoiatria, il 5 con Veterinaria, il 12 s...