02
LUG18

Salute e migrazione: curare e prendersi cura

  • Roma Via Magenta, 5, Roma, RM, Italia
  • Sede Medici Senza Frontiere e Save the Children
  • 02 Luglio 2018
  • 05 Luglio 2018

Il Corso “Salute e migrazione: curare e prendersi cura – L’approccio interculturale alla vulnerabilità e la salute del minore migrante”, organizzato nell’ambito del Progetto Sanità di Frontiera dell’Osservatorio Internazionale per la Salute (OIS) in collaborazione con Medici Senza Frontiere e Save the Children, si svolgerà a Roma nei giorni 2,3,4 e 5 Luglio 2018 presso le sedi delle due organizzazioni sopraccitate.

Tale corso rappresenta la continuazione del percorso intrapreso a Lampedusa nel dicembre 2016, proseguito con i corsi organizzati a Roma in collaborazione rispettivamente con il Centro Astalli e la Croce Rossa Italiana che hanno visto la partecipazione delle principali organizzazioni che, a diverso titolo, sono impegnate in questo settore in Italia.

Il programma, che è articolato in quattro sessioni, intende offrire un panorama completo delle questioni relative alla medicina delle migrazioni:

– la prima sessione “Il Contesto”, sarà dedicata dapprima ad un inquadramento del fenomeno migratorio a livello globale, poi all’analisi del contesto italiano, alle evoluzioni della migrazione nel nostro paese, alle politiche di accoglienza e alle politiche più strettamente sanitarie in atto. Orario 9.00 – 17.00;

– la seconda sessione “Ferite invisibili e interculturalità: la comunicazione possibile” affronterà la tematica attuale dell’approccio interculturale alla salute, che diviene tanto più rilevante nei casi in cui i traumi subiti dai migranti coinvolgano anche la sfera psichica e che richiedano quindi all’operatore sanitario di avvalersi di competenze più ampie rispetto a quelle strettamente mediche. Orario 9.30 – 17.00;

– la terza sessione “La tutela della salute dei minori migranti in famiglia e non accompagnati” illustrerà il sistema salute italiano in favore dei minori migranti, inquadrerà le attuali normative ed i percorsi di tutela e accoglienza previsti, e tratterà poi alcuni focus tematici quali l’accertamento dell’età e l’alimentazione del minore in età pediatrica. Orario 9.30 – 17.00;

– la quarta sessione “Buone pratiche e prospettive” intende fornire ai partecipanti esempi virtuosi e replicabili di tutela della salute dei migranti, nella convinzione che la messa in rete delle esperienze sia una chiave preziosa di mutuo apprendimento, di sviluppo di nuove strade e dunque una preziosa opportunità di progresso. Orario 9.30 – 16.30.

Assieme agli esperti di Medici Senza Frontiere e di Save the Children, che hanno collaborato alla organizzazione del corso e che ospiteranno l’evento, saranno coinvolti, tra gli altri, relatori del Ministero della Salute, dell’Istituto Superiore di Sanità, dell’OIM, dell’UNHCR, dell’ASGI, dell’IDOS, del Centro Astalli, del SAMIFO-Asl Roma1.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Leucemia infantile, tra le cause anche la mancata esposizione ai microbi. La ricerca pubblicata su Nature

Il Professor Greaves, autore dello studio: «L’incidenza della leucemia linfoblastica acuta infantile è maggiore nei Paesi sviluppati, non a causa di onde elettromagnetiche o agenti chimici, ma deg...