23
MAR18

Corso: La salute orale: il ruolo dei media per una cultura della prevenzione

  • Roma Via Ferdinando di Savoia, 1, Roma, RM, Italia
  • Sede FNOMCeO
  • 23 Marzo 2018
  • 23 Marzo 2018

Secondo corso organizzato dalla Commissione Albo Odontoiatri della Fnomceo, guidata da Giuseppe Renzo, in collaborazione con Eaci – European Association on Consumer Information, gruppo di specializzazione della FNSI, patrocinato dalla stessa Federazione della Stampa e accreditato nell’ambito del Programma di Formazione Professionale Continua dell’Ordine dei Giornalisti per quattro crediti.

Il corso si intitola ‘La salute orale: il ruolo dei media per una cultura della prevenzione’. A moderarlo, Michele Mirabella, socio onorario Eaci e conduttore di programmi come Elisir e Tutta Salute. Tra i relatori, il sociologo ed esperto di politiche sanitarie Ivan Cavicchi, esperti di odontoiatria (tra gli altri, il professor Enrico Gherlone, del Gruppo Tecnico sull’Odontoiatria al Ministero della Salute, e la professoressa Antonella Polimeni, Presidente del Collegio dei Docenti di Odontoiatria), e giornalisti: Maria Emilia Bonaccorso (Caposervizio Ansa Salute), Cesare Fassari (Direttore Quotidiano Sanita’), Mattia Motta (Segretario Aggiunto FNSI), Stefano Massarelli (collaboratore La Stampa).

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...