10 gennaio 2018

Antonio Spera

Presidente e Amministratore Delegato di Ge Healthcare Italia

A partire dal 2 gennaio 2018, Antonio Spera è il nuovo Presidente e Amministratore Delegato di Ge Healthcare Italia, divisione medicale di General Electric, leader nel settore delle tecnologie medicali, dei farmaci diagnostici e dei sistemi digitali per la Sanità. Nel nuovo ruolo, Spera avrà il compito di consolidare la leadership della divisione medicale di General Electric in […]

A partire dal 2 gennaio 2018, Antonio Spera è il nuovo Presidente e Amministratore Delegato di Ge Healthcare Italia, divisione medicale di General Electric, leader nel settore delle tecnologie medicali, dei farmaci diagnostici e dei sistemi digitali per la Sanità. Nel nuovo ruolo, Spera avrà il compito di consolidare la leadership della divisione medicale di General Electric in Italia, valorizzando un ampio portafoglio di soluzioni che va dai dispositivi di diagnostica per immagini a radiofarmaci e mezzi di contrasto, passando per le tecnologie per la sanità 4.0, fondamentali nel processo di digitalizzazione che secondo GE può consentire al sistema sanitario nazionale di migliorare la propria efficienza, riducendo i costi e incrementando la qualità delle cure.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Osteopatia e chiropratica sono professioni sanitarie? De Sena (Simmfir): «La legge c’è, mancano i decreti attuativi»

Avrebbero dovuto attenere il riconoscimento, al pari degli ostetrici, dei tecnici di radiologia o degli infermieri, già prima di questa estate. Almeno stando alla legge 11 gennaio 2018 n. 3. Ma manca...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Dal corso MMG a Montecitorio, la storia di Rosa Menga (M5S): «Noi medici di famiglia portavoce dei pazienti in Parlamento»

È uno dei più giovani parlamentari della XVIII Legislatura e frequenta il corso di formazione in medicina generale: «Serve una visione meno ospedalocentrica dell’assistenza sanitaria. Telemedina ...
Diritto

Consenso informato, l’avvocato Pittella: «Per medico meno responsabilità civile o penale»

«I giudici in caso di contenzioso chiedono al paziente se è stato correttamente informato. Ma come si fa a saperlo? Un video, un audio, un consenso scritto in presenza dei testimoni? Questo è quell...